Cerca
  • Paula Ch.C.

Scrub e Abbronzatura: alleati della tua pelle



Tempo d'estate, tempo di tintarella. Quanto abbiamo aspettato per metterci al sole come lucertole? Prendendo le precauzioni del caso (mi raccomando!), si programma ciò che dovrà poi essere il punto forte della nostra bellezza estiva. Affrontando un argomento che mi sta particolarmente a cuore vorrei ora sfatare il mito secondo cui scrub e abbronzatura siano nemici. Non è così, anzi...

Può succedere che la nostra pelle abbia una tintarella impeccabile, ma può anche capitare che invece di essere morbida e levigata sia secca e disidratata. È ora che molto spesso cominciamo a mettere chili di idratante pensando di fare cosa giusta. In effetti la stiamo facendo, ma solo a metà e per giunta la metà sbagliata. Mi spiego... La nostra pelle ha certamente “sete”, ma prima di “darle da bere” dobbiamo preoccuparci di preparare la strada perchè ciò avvenga: levigare la pelle, cioè liberarla di quello strato di cellule morte (che non servono più, ma che occludono l'arrivo di quelle fresche e pulite).

Per essere molto chiara: se non fai scrub non ti idrati, perchè le cellule morte non lo permettono!


Lo scrub aiuta a ottenere quindi un colorito della pelle più luminoso. Questo processo meccanico dell'esfoliazione (scrub), aiuta a stimolare i turnover cellulare ed elimina solamente le cellule dello strato superficiale dell'epidermide, e non la tintarella ottenuta in vacanza. E c'è di più. Tutto ciò accade in modo diverso secondo la nostra età!


Approfondiamo un po'.... Composta da diversi strati di cellule differenziati, ciascuno con la sua funzione specifica, la nostra pelle compie un continuo e incessante rinnovamento chiamato turnover cellulare. Quando le cellule giungono in superficie, a contatto con l’esterno prendono il nome di corneociti: cellule prive del nucleo, quindi “morte”, indurite perché molto ricche in cheratina. I corneociti sono la barriera difensiva verso le aggressioni del mondo esterno; invecchiano e perdono di coesione: desquamano e sono rimpiazzati da nuove cellule. Vanno eliminati, poiché non permettono alla pelle di respirare e danno un aspetto spento, opaco e polveroso. Con l’età il turnover cellulare rallenta e, per una pelle sempre giovane e luminosa, bisogna mantenerlo attivo. Nelle pelli giovani le cellule impiegano circa 28 giorni a raggiungere la superficie. Nelle pelli più mature, questo processo richiede più tempo. In questo caso, essendo il ricambio cellulare più lento, la pelle accumula quindi un maggior numero di cellule morte. La durata del viaggio di una cellula dipende indirettamente anche da altri vari fattori, tra cui l'esposizione ai raggi UV, la mancanza di sonno e le cattive abitudini alimentari, tutti egualmente responsabili del rallentamento del ricambio cellulare.


#daphfnecosmesi #estrattinaturali #rinnovalatuapelle #pelleliscia #levigo

Lo scrub quindi, è un fantastico alleato dell'abbronzatura e aiuta a mantenere il colore dorato della pelle più a lungo. Dopo l'esfoliazione infatti, la pelle tenderà a desquamarsi meno e il colorito sarà più uniforme, contrastando le antiestetiche macchie scure che spesso compaiono sulla pelle al rientro dalle vacanze, dopo qualche doccia. Scrub promosso a pieni voti quindi, a patto che sia delicato e seguito da una corretta idratazione per mantenere la pelle morbida ed elastica.

Buon Sole a Tutti!



43 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • LinkedIn Icona sociale
  • Pinterest Icon sociale
  • cinguettio

Daphfne Cosmesi  P.IVA 01673930093

©2020 by Daphfne Cosmesi.